Disinfestazione zanzare: come allontanarle e come difendersi da queste?

Le zanzare in estate rappresentano un fastidioso problema. È con l’aumento delle temperature che questi insetti invadono le nostre case ed i nostri giardini e ci ritroviamo così costretti a ricorrere a rimedi anti-zanzare per proteggersi dalle punture.

I metodi diffusi in passato per allontanare le zanzare erano fornellini elettrici e zampironi, ormai sorpassati e considerati nocivi per la salute. Oggi fortunatamente esistono diversi metodi e prodotti, anche ecologici, che permettono di eliminare le zanzare tutelando salute ed ambiente.

Proteggersi dalle punture è il primo nostro bisogno, soprattutto se in casa vi sono anziani o bambini. Queste infatti possono provocare reazioni allergiche nei soggetti ipersensibili, oltre a causare una fastidiosa sensazione di prurito. La puntura di questi insetti provoca arrossamento e la formazione di ponfi dolorosi. Per alleviare i sintomi legati alle punture di zanzare, è consigliato lavare e disinfettare la zona zona della pelle colpita e applicare

Se si vive in zone circondate da fonti di acqua, aree verdi oppure in zone residenziali e condominiali, allontanare le zanzare attraverso metodi fai da te o ricorrendo all’uso di prodotti commerciali diviene piuttosto complicato. Procedere con un intervento di disinfestazione zanzara è certamente il metodo più efficiente e risolutivo per eliminare le zanzare, sia che si tratti delle specie indigene della zona di Roma oppure delle specie che solamente negli ultimi decenni hanno invaso le nostre città, come ad esempio la zanzara tigre.

Un intervento di disinfestazione zanzare professionale consente di verificare la specie precisa di infestante e predisporre un piano di disinfestazione efficiente e risolutivo, specifico e mirato.

Come allontanare la zanzara tigre?

A differenza della zanzara comune (il nome scientifico è Culex Pipiens), che punte al crepuscolo e durante la notte, la zanzara tigre è attiva anche durante il giorno.

Questa specie di zanzara è identificabile grazie alla sua particolare colorazione del dorso, caratterizzata da striature bianche e nere, che le vale appunto l’appellativo di “zanzara tigre”. Originaria delle aree tropicali, questa specie di zanzara è giunta in Italia all’inizio degli anni ’90, trasportata da carichi di pneumatici. Il suo habitat è rappresentato da spazi aperti e ombreggiati.

zanzara tigre

Come prevenire un’infestazione da zanzara?

La presenza di zanzare crea non pochi problemi allo svolgimento delle nostre attività, in particolar modo a quelle attività che quotidianamente svolgiamo all’aperto. È possibile però adottare alcuni accorgimenti per scongiurare il pericolo delle zanzare.

Innanzitutto è bene evitare ristagni di acqua, di qualunque tipologia. Le zanzare infatti depongono le proprie uova nell’acqua stagnante. Una volta che le uova si zanzare si sono schiuse, le larve continuano a svilupparsi all’interno di sottovasi, canali di scola, grondaie e recipienti vari. Svuotare sottovasi, tenere puliti e sottoposti ad una costante manutenzione tombini, grondai e canali eviterà di sicuro la formazione di focolai di infestazione.

Piante ed erbe aromatiche collocate in vari punti della nostra casa e del nostro giardino possono aiutarci a tenere lontane le zanzare; l’odore emanato da determinate essenze, non essendo gradito all’insetto, le tiene a distanza. Tra queste vi sono, ad esempio, geranio, lavanda e citronella.