7 rimedi naturali contro i ragnetti rossi

esemplare ragnetto rossoIl Tetranychus urticae, più conosciuto come il ragnetto rosso, è un acaro che attacca piante ornamentali, alberi da frutto e vari ortaggi come pomodori e fagioli. Nel caso specifico dei fagioli. Il ragnetto rosso attacca sia foglie che i baccelli.

L’attacco dei ragnetti rossi provoca il disseccamento delle foglie, e successivamente, la loro caduta precoce. Cosa possiamo fare per tenere a distanza dalle nostre piante il ragnetto rosso? Vediamo dieci rimedi naturali che ci permettono di tenere a distanza questo fastidioso acaro.

Aglio

L’aglio, come molti sanno, è un potente insetticida naturale capace di tenere a distanza molti insetti tra cui il ragnetto rosso. Si versano in un pentolino acqua bollente e 20 spicchi di aglio, poi si lascia sbollire per circa 15 minuti. Spegnere la fiamma, lasciare raffreddare e filtrare il preparato. Il liquido ottenuto si applica direttamente su piante e sulle foglie durante le ore serali.

Lotta biologica

La lotta biologica al ragnetto rosso, si attua attraverso l’impiego di un altro acaro predatori nei suoi confronti. Si dispone sulle piante, lo Phytoseiulus persimilis, l’acaro fitoseide che contrasta naturalmente il ragnetto rosso, oppure le coccinelle, altro predatore in grado di risolvere l’infestazione della pianta.

Argilla espansa

L’utilizzo dell’argilla espansa sul fondo del vaso, permette di trattenere l’umidità e di tenere al largo il ragnetto rosso perché non sopporta gli ambienti umidi.

Irrigazione

Il ragnetto rosso predilige condizioni climatiche calde e aride. Per questo, nei periodi di forte calura, è molto importante aumentare l’irrigazione nelle ore notturne, cosi da scoraggiarne la presenza.

Spray ad acqua

Se ci troviamo davanti ad una infestazione ancora moderata e blanda il metodo più efficace contro il ragnetto rosso è l’acqua. Come già detto, il ragnetto rosso odia l’umidità, quindi spruzzare dell’acqua direttamente sulle piante può risultare davvero efficace.

Rimozione delle foglie

Se le foglie delle piante sono particolarmente infestate si può procedere con la rimozione. Una volta rimosse, le foglie vanno allontanate dal giardino per evitare che infestino altre piante presenti. Se il livello di infestazione è piuttosto elevato, è conveniente rivolgersi a professionisti e pensare ad un intervento di disinfestazione.

Sapone di Marsiglia

Un metodo biologico estremamente efficace è l’utilizzo del sapone Marsiglia. Si sciolgono in acqua calda delle piccole quantità di sapone e, una volta raffreddato il liquido, si passa direttamente sulle piante dopo il tramonto.