Punture di Pappataci, cosa fare?

Quando si parla di pappataci si fa riferimento a piccolissimi insetti molto somiglianti alle zanzare che, in linea di massima, proliferano sia nelle zone tropicali e subtropicali che nell’area del Mediterraneo. Una cosa è certa: questi infestanti sono a dir poco fastidiosi. Ma come possiamo agire per evitarle o nel caso dovessimo subire delle punture pappataci cosa fare?

Cosa fare in caso di Punture pappataci?

punture pappataci cosa fare?

In genere, i pappataci trovano il proprio habitat naturale in luoghi caldi e molto umidi ed è la notte il momento in cui si scagliano contro le proprie prede, pungendo animali e uomini senza soluzione di continuità. Anche un solo morso potrebbe scatenare conseguenze decisamente molto preoccupati. Basti pensare, ad esempio, che sono proprio i pappataci i responsabili della leishmaniosi, una malattia di natura infettiva che, soprattutto per i cani, potrebbe rivelarsi addirittura letale.

Questi piccolissimi insetti alla vista appaiono quasi del tutto innocui ma è bene prendere le opportune precauzioni per evitare di doversela vedere con le conseguenze di cui sopra. Per riuscire a combatterli, in primo luogo, è importante conoscerne le abitudini. Come già detto, questi insetti preferiscono agire di notte. Odiando ogni fonte luminosa, dunque, fanno il proprio lavoro solo al buio. Addirittura, alcuni di loro muoiono non appena vedono la luce del sole. In linea di massima, durante il giorno tendono a nascondersi in ogni genere di fessura, nelle fogne o, ancor peggio, nelle cucce di cani e gatti.

Come è facile intuire, individuarli non è affatto semplice ma è fondamentale per combatterli. Tra l’altro, trattandosi di insetti particolarmente silenziosi, non è semplice neanche sentirli. Proprio per tale ragione, vengono anche definiti insetti di velluto, facendo ben capire che sono difficilissimi da percepire. Inoltre, il morso dei pappataci non è affatto doloroso e, dunque, non si ha neanche la possibilità di percepirli al momento dell’attacco. La cosa più importante da fare, quindi, è prevenire la proliferazione dei pappataci, facendo attenzione, in primo luogo, alle zone particolarmente umide.

Vedi anche  Come scoprire i tarli del legno

Cosa fare in caso di puntura pappataci?

Quando si viene punti dai pappataci la zona interessata tende a gonfiarsi e ad arrossarsi. Questa non è altro che una reazione dell’organismo che rilascia istamina a seguito dell’attivazione del sistema immunitario. Ad essere notevole è, poi, il prurito. Non è da escludere, inoltre, il sopraggiungere della febbre che, in genere, scopare in circa 4 giorni. Per quanto riguarda i sintomi di questa febbre, è bene precisare che si ha a che fare con una sintomatologia molto simile a quella dell’influenza.

Oltre alla febbre, dunque, si manifestano brividi, forti mal di testa e dolori addominali. Come detto sopra, in alcuni casi le conseguenze potrebbero essere addirittura più gravi. Entrando più nello specifico, a seguito di una puntura si potrebbe essere costretti a fare i conti con la forma umana di leishmaniosi oltre a reazioni allergiche particolarmente forti. In entrambi i casi , è a dir poco fondamentale far intervenire in maniera rapida un medico al fine di evitare l’insorgere di complicazioni di vario genere.

Per quanto riguarda la leishmaniosi essa può essere sia cutanea che viscerale. Nel primo caso, creare lezioni della pelle. Nel secondo, invece, provoca patologie a carico di milza, fegato, del midollo e di altro organi interni. In riferimento a ciò, è utile precisare che non esiste alcun genere di vaccino. Se la versione cutanea rappresenta un’alternativa preoccupante ma non letale, quella viscerale potrebbe essere potenzialmente mortale.

Per questo motivo, nel caso in cui si avesse il dubbio di essere stati punti da pappataci ci si dovrà rivolgere in maniera rapida al proprio medico in modo tale da intervenire tempestivamente, evitando il sopraggiungere di patologie più complesse. A questo punto, appare chiaro il fatto che la tempestività può rivelarsi a dir poco cruciale e che, in linea di massima, è importante fare molta attenzione alla fase della prevenzione in modo tale da cercare di stare il più possibile alla larga da questi insetti così pericolosi.

Vedi anche  Allergia agli acari: come riconoscerla

Leggi l’articolo correlato e scopri come difendersi dai pappataci!

Summary
Punture Pappataci, cosa fare?
Service Type
Punture Pappataci, cosa fare?
Provider Name
disinfestazioni.roma.it, Telephone No.800 625 048
Area
Roma e provincia
Description
Quando si parla di pappataci si fa riferimento a piccolissimi insetti molto somiglianti alle zanzare che pungono spesso l'uomo. Ma come possiamo agire per evitarle o nel caso dovessimo subire delle punture pappataci cosa fare? Contattaci per scoprire come eliminarli!