Cimici verdi e cimici marroni: quali sono le differenze e come eliminarle

Cosa sono le cimici?

La cimice è uno degli insetti più temuti della bella stagione. Dopo aver svernato tra gli arbusti o negli angoli nascosti delle case, a seconda della tipologia d’insetto di cui si parla, con l’arrivo della primavera quelle verdi e marroni escono nuovamente allo scoperto mettendo a repentaglio i nostri orti e giardini. L’una si nutre prevalentemente di piante ornamentali, l’altra di alberi da frutto, ragion per cui seppur innocue per l’uomo e per gli animali domestici sono in grado di mandare in fumo interi raccolti e vanificare i tanti sacrifici necessari per mettere in piedi le coltivazioni. Per questo motivo, una volta accertata la loro presenza è bene prendere le dovute precauzioni e fare il possibile per eliminarle una volta per tutte.

Le caratteristiche della cimice verde

cimice verdePrima ancora di procedere alla disinfestazione occorre distinguere che tipo di cimice abbia invaso i nostri spazi esterni. In Europa ve ne sono di due tipi, verde e marrone: la prima è tipica del territorio italiano ed è indistintamente operativa da Nord a Sud, mentre la seconda proviene dal continente asiatico ed è stata avvistata nel Bel Paese solo nell’ultimo quinquennio. Entrambe appartengono alla famiglia delle Pentatomidae e pur essendo del tutto innocue per l’essere umano possono danneggiare gravemente eventuali piante e verdure presenti in casa o all’esterno. Non sono troppo simili dal punto di vista estetico, per cui distinguerle dovrebbe essere piuttosto semplice.

La cimice verde, il cui nome scientifico è Palomena prasina, è caratterizzata appunto dal tipo colore verde che la rende riconoscibilissima. Ha tra le sue peculiarità il fatto di possedere delle ghiandole odorifere che emanano un odore a dir poco sgradevole. D’inverno si rintana tra arbusti secchi e foglie fitte, ma col primo caldo esce allo scoperto in cerca di piante ornamentali e coltivazioni di pomodori da cui trarre nutrimento. Ha un debole, più che per il resto, proprio per il succosissimo ortaggio di colore rosso, che punge sino a causare alla pianta delle necrosi localizzate.

Vedi anche  Punture di pulci

La cimice asiatica che colpisce gli alberi da frutto

Come eliminare le cimici marroni è un problema che riguarda soprattutto il settore dell’agricoltura. Questa specie di cimice infatti si nutre del succo delle piante da frutto.

L’alyomorpha halys, meglio nota come cimice asiatica o cimice marrone, è più grande di quella verde e rappresenta un vero e proprio pericolo per gli alberi da frutto come il pero, il melo e il ciliegio: pungendolo di continuo può addirittura causare la perdita dei semi e compromettere così il raccolto della stagione.

A differenza della cimice verde, quella asiatica trascorre l’inverno all’interno delle nostre dimore: si nasconde senza mai uscire allo scoperto, salvo casi eccezionali in cui per errore si mette a svolazzare da una parte all’altra della stanza in cui ha deciso di riposarsi in attesa del clima mite che tanto le piace.

Come mandar via le cimici

Non resta che capire a questo punto come si debba procedere per disinfestare la casa dall’eventuale presenza delle fastidiosissime cimici. La prima cosa da tenere bene a mente, quando si valuta come eliminare le cimici marroni e verdi, è che schiacciarle è altamente sconsigliato: l’odore emesso dalle loro ghiandole odorifere potrebbe rivelarsi non solo sgradevole ma addirittura nauseante, perdurando per giorni e giorni prima di scomparire. Consigliamo perciò di cercare di eliminarne in altri modi. Eventualmente possono essere tramortite con degli spray chimici appositi, anche se consigliamo di crearne in casa uno a base di ingredienti naturali: basta miscelare menta, olio e aglio in parti uguali per stordire le cimici, che s’immobilizzeranno e faranno catturare senza opporre resistenza. Nel caso delle cimici verdi, visto che prevenire è sempre meglio che curare, i più lungimiranti potrebbero optare per le classiche zanzariere che impediscano a questi ed altri insetti l’accesso all’interno della casa e la conseguente distruzione delle piante ornamentali presenti nelle varie stanze. Sono portentosi per proteggere le piante, ancora, l’olio di neem e la menta: lasciando le foglie in infusione e aggiungendo qualche goccia di olio creerete una soluzione da nebulizzare sulle foglie che terrà lontano da esse le cimici.

Vedi anche  Tarme del cibo: ecco come puoi liberartene

L’ultima accortezza riguarda i panni lasciati asciugare al sole: sbatteteli sempre ripetutamente prima di riportarli dentro casa, perché è su di essi che le cimici tendono a stabilirsi durante la bella stagione ed è a causa di disattenzioni di questo tipo che spesso riescono ad infestare le nostre case oltre che i nostri orti e giardini.

Summary
Cimici verdi e cimici marroni: quali sono le differenze e come eliminarle
Article Name
Cimici verdi e cimici marroni: quali sono le differenze e come eliminarle
Description
Come riconoscere le cimici verdi e le cimici marroni e quali sobno i metodi per eliminarle.
Author
Publisher Name
Disinfestazione Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>