Come catturare un topo?

Ti stai chiedendo Come catturare un topo?

In caso di presenza di topi, nella maggior parte dei casi molte persone cercano di sbarazzarsi di questi infestanti con rimedi fai da te, mentre se si tratta di una grave infestazione diventa indispensabile rivolgersi ad una ditta specializzata per eseguire una corretta derattizzazione. Imbattersi nella presenza di topi o ratti in casa o in azienda è diventato ormai un fenomeno molto comune, poiché si tratta di una specie che si è perfettamente adattata agli ambienti urbani negli ultimi anni oltre ad aver sviluppato un’elevata immunità. Non resta quindi che scoprire alcune utili informazioni su come catturare un topo.

Topi e ratti: comportamento e abitudini

I topi e i ratti prediligono particolarmente alcune zone specifiche delle case, tra cui soffitte, cantine, solai ma anche garage e sottotetti o tutti quegli ambienti caldi ed umidi dove possono trovare rifugio. Una volta insediati, questa specie può riprodursi molto velocemente dando vita a numerosi esemplari nell’arco di breve tempo. Si nutrono degli scarti degli alimenti che vengono lasciati in giro in alcune zone della casa oppure in prossimità della spazzatura e delle ciotole degli animali domestici. Per questo motivo in caso di presenza di topi è consigliabile evitare di lasciare le fonti di nutrimento in giro. Occorre inoltre tenere in considerazione che questi roditori non sono soltanto sinonimo di sporcizia ma sono portatori di malattie e virus, pertanto rappresentano un pericolo per la salute dell’uomo e degli animali domestici. Il contagio avviene mediante il contatto con escrementi ed urina che topi o ratti depositano nelle zone dove si sono rifugiati dando vita ad una vera e propria contaminazione degli ambienti. Sul loro corpo si depositano altri parassiti come pulci e zecche, anch’essi estremamente pericolosi sia per l’uomo che per gli animali domestici. I topi e i ratti possono anche causare danni all’interno della casa a causa della loro abitudine di mordere i fili elettrici e possono distruggere le confezioni alimentari presenti all’interno delle dispense.Come catturare un topoSe si sospetta la presenza di topi bisogna intervenire il prima possibile e adottare tutte le dovute accortezze per mettere al sicuro gli ambienti ed eseguire un’efficace derattizzazione. In commercio esiste una vasta gamma di prodotti appositi per la disinfestazione dei topi, che possono aiutare a risolvere il problema quando il fenomeno non è grave. In caso contrario bisogna assolutamente rivolgersi ad una ditta specializzata che in seguito ad accurati monitoraggi provvederà alla totale eliminazione dei roditori oltre che a prevenire il rischio di future infestazioni. Per questo motivo prima di scegliere qualsiasi prodotto è bene valutare attentamente il problema e procedere con la cattura di topi e ratti.

Vedi anche  Come eliminare le formiche

Catturare un topo: individuare i segnali e chiudere i passaggi

Per catturare un topo occorre prima di tutto agire d’astuzia: individuare la presenza di rosicchiature, brandelli di stoffa e andare alla ricerca di residui di grasso lungo i muri. Trovare la tana dei topi in questo modo non sarà complesso, basterà ispezionare attentamente le zone più nascoste della casa o della struttura, inclusi gli armadi, le zone adiacenti alle dispense e gli angoli più impensabili. A questo punto bisogna chiudere eventuali passaggi o vie d’accesso come fessure nei muri o buche dall’esterno con delle reti metalliche o delle semplici retine tipiche da cucina, sigillando i fori con del silicone. Per mettere al sicuro le riserve alimentari è bene chiudere sempre ermeticamente le confezioni e igienizzare a fondo le zone contenenti gli scarti dei cibi. Questi primi passaggi utili per catturare un topo prevedono quindi un’accurata sanificazione degli ambienti con l’uso di prodotti specifici ad azione igienizzante e di guanti appositi per evitare il contatto con sostanze infette.

Come catturare un topo

Una volta stabilita la presenza di topi o ratti nell’ambiente e messe al sicuro le varie zone, cercando di catturarli definitivamente. In commercio è possibile reperire una varietà di sistemi specifici per la derattizzazione fai da te e le dimensioni di questi strumenti dipenderanno dall’ampiezza delle zone e dal grado di infestazione. Si tratta di trappole apposite con sistema a scatto, che possono essere collocate anche negli angoli più difficili. In alternativa si può optare per trappole elettroniche o cartoncini collanti altrettanto efficaci in caso di invasione di insetti o blatte. Una volta catturati gli animali, per prevenire l’insorgere di una futura infestazione si consiglia di mantenere sempre ben igienizzati gli ambienti e applicare ulteriori sistemi di prevenzione come scacciatopi elettronici ad ultrasuoni.

Vedi anche  Insetti che mangiano il legno: scopri se hai un'infestazione

Sei di Brescia e stai cercando una valida ditta di disinfestazione? Clicca qui e contatta gratuitamente i nostri tecnici di disinfestazione brescia

 

Richiedi un preventivo gratuito per una disinfestazione dai topi!