Tarme del cibo: ecco come puoi liberartene

Le tarme del cibo (Plodia) sono parassiti infestanti comunemente chiamati farfalline del cibo o della farina, ma anche tignola fasciata del grano. Comunque la si voglia definire si tratta di un insetto che invade la dispensa alimentandosi di farina di cereali, pasta, frutta secca, biscotti ed altri alimenti.

La tarma del cibo nella sua fase adulta prende la forma di una piccola farfalla di circa 15/20 mm ad ali aperte. Le tarme della farina si distinguono sia per nome, tignola del grano, sia per il colore bruno tendente all’arancione con il corpo diviso da una linea più scura. Queste tarme si nutrono di farina e non è raro trovarle nella dispensa. In America le tarme del cibo sono molto temute in quanto infestanti di interi magazzini alimentari.

Prevenire la formazione di tarme del cibo

Il primo accorgimento da seguire per prevenire la formazione di tarme del cibo è acquistare i prodotti con cura, osservando che non vi siano aperture nella confezione. Infatti i cibi potrebbero arrivare nelle nostre dispense già contaminati infestando anche gli altri alimenti.
Una volta acquistati è consigliabile trasferire gli alimenti in contenitori sigillati, sopratutto la farina che può essere versata in vasi di vetro o plastica con chiusura ermetica.

Contaminazione da tarme del cibo

Ogni cibo deve essere controllato per verificare la presenza non solo di tarme allo stadio adulto, cioè sotto forma di farfalline, ma anche allo stadio larvale. Le larve delle tarme del cibo hanno il corpo vermiforme di colore bianco e mentre la testa è di colore scuro, nero o marrone. La sua lunghezza è solo di pochi millimetri. Il cibo contaminato può essere in parte recuperato dopo una scrupolosa selezione o buttato.

Infestazione da tarme del cibotarme del cibo rimedi e consigli

Nel caso in cui ci si trovi di fronte ad un’infestazione di tarme del cibo di grossa entità non sarà sufficiente liberarsi del cibo contaminato. Infatti la tarma una volta che si è stabilita in una dispensa difficilmente l’abbandona. Una volta vuotata la dispensa si deve procedere al controllo di ogni possibile nascondiglio per le tarme all’interno della dispensa stessa. Crepe, fessure, angoli nascosti ogni piccolo spazio va esaminato con attenzione vista la piccolissima misura di questi parassiti.
Una volta individuati i luoghi in cui le tarme del cibo possono nascondersi e deporre le loro uova, si devono utilizzare prodotti appositi per eliminare il problema e in seguito sigillare le fessure.
Dopo avere utilizzato insetticidi all’interno della dispensa non è possibile mettervi alimenti se non è trascorso il tempo indicato sulla confezione da voi acquistata per evitare intossicazioni alimentari.

Come liberarsi delle tarme del cibo

Un metodo per liberarsi dalla tarme del cibo senza danneggiare la salute dell’uomo, è tramite l’utilizzo di diatomee. Questa polvere è utilizzata nel trattamento delle fessure o crepe in cui è possibile che si annidino i parassiti. In caso di infestazioni massicce però sarà difficile riuscire a debellarla con il fai da te. In questi casi è consigliabile contattare una ditta di disinfestazione, soprattutto se l’infestazione avviene in cucine e dispense di locali pubblici, magazzini alimentari e simili. I tecnici della disinfestazione professionale provvederanno, dopo un sopralluogo, ad effettuare tutte le manovre necessarie per ottenere l’eliminazione definitiva delle tarme del cibo.

Eliminare le tarme del cibo con le trappole

Un rimedio contro le farfalline della farina che invadono la dispensa sono le trappole a base di feromoni. Questo genere di rimedio evita l’utilizzo di insetticidi ove possibile. Le trappole vanno posizionate sia all’interno della dispensa che all’esterno di essa, la cosa importante è che non vengano poste in luoghi soggetti a correnti d’aria ed esposte alla luce. Per rendere attive le trappole basta rimuovere la pellicola di protezione e lasciare che le tarme si appiccichino sulla parte adesiva. L’odore attirerà le tarme nella trappola.

Disinfestazione da tarme del cibo

Se ogni volta che si apre la dispensa si vedono volare farfalle, non c’è motivo di gioire. Questo è un chiaro segno di infestazione avanzata da tarme del cibo. Capita spesso che i meno esperti non si rendano conto che la presenza all’interno di farfalline bianche sia in realtà un’infestazione da parassiti. Fino al giorno in cui aprendo un pacco di farina si troverà ricoperto da tarme del cibo e si dovrà gettare gli alimenti ormai irrecuperabili. Al primo segnale di presenza delle tarme del cibo bisogna, perciò, procedere con la disinfestazione professionale per evitare danni economici e di salute.